6 consigli per fare il punto sulla vostra comunicazione:

L’importanza della gestione del proprio brand per unʼazienda è uno degli aspetti da non sottovalutare per un’ottima riuscita di unʼattività
(i tre aspetti più importanti sono: il vostro prodotto o servizio, la vostra immagine e le relazioni con la clientela).
Tutto quello che riguarda la vostra immagine è importante perché è la prima impressione che un cliente si farà su di voi, e per questo dovete affidarvi a progettisti che riescano a creare unʼidentità visiva che vi rappresenti in pieno, che invogli i potenziali clienti a scoprirvi e darvi fiducia, e che vi faccia vedere professionali agli occhi del pubblico.

A seguire 6 consigli che vi aiuteranno a fare il punto della situazione nei vari aspetti del vostro brand.

1. La vostra immagine vi rappresenta? La vostra immagine è quello che fate e lo deve fare capire al cliente ancora prima che provi il prodotto. C’è differenza tra ristorante e bistrot e molte aziende hanno un’immagine che non le rappresenta affatto. Mandereste a qualcuno che non vi conosce una foto di qualcuno che vi assomiglia soltanto?

2. Avete unʼimmagine professionale di voi? Come dicevamo il vostro brand rappresenta la vostra attività, quindi avrete bisogno di un’immagine professionale, che dia valore a quello che fate. L’importanza delle cose esteticamente valide è ben nota a tutti.
Nei prossimi punti gli errori comuni.

3. Ad ogni elemento il suo scopo. Per colpire il pubblico in modo diretto ed efficace servono chiarezza ed ordine. Cercate quindi di avere un risultato più semplice possibile usando un ristretto numero di font che siano leggibili perfettamente, evitando cornici, sfumature e cose che appesantiscono lʼimmagine. Il vostro scopo è comunicare in modo chiaro. Utilizzate una griglia per l’ordine visivo!

4. L’immagine coordinata. L’importanza di quest’ultima sta nel fatto che dobbiamo farci sempre riconoscere. Come un bambino riconosce la voce del papà, così i clienti devono riconoscervi anche attraversando una strada a 250 km/h (rispettate i limiti mi raccomando!). Questo serve per creare un legame con le persone e per dare sempre un senso di familiarità, come arrivare a casa dopo un lungo viaggio.

5. La fotografia. Foto con bassa risoluzione o inserite come miniature, fatte in ambienti poco luminosi o con oggetti poco desiderati all’interno del quadro vi fanno perdere di credibilità. Affidarsi ad un esperto, oltre alla qualità vera e propria significa anche creare una sorta di emozione e suscitare gusti e stati d’animo pertinenti con lʼidentità del locale (ritornando al punto 1…)

6. Differenziarsi. È risaputo che per farsi notare bisogna differenziarsi rispetto alla concorrenza. È anche qui che si distingue il buon progettista. Un brand originale da valore all’azienda e viene più facilmente impresso nella memoria.

Join the discussion One Comment

Leave a Reply